Oggi parliamo di finocchio

Si conoscono due varietà di Finocchio, quello  dolce e quello amaro o anche detto “selvatico” e il suo sapore particolare, simile all’anice, è dovuto alla consistente presenza di anetolo (circa l’80%), un’essenza con la quale si fanno la sambuca, il pastis, l’anisette francese o l’anis in Spagna.Il primo viene coltivato e presenta un sapore decisamente meno pungente rispetto al secondo che cresce prevalentemente spontaneamente e viene usato come pianta aromatica. Il Finocchio si caratterizza per essere depurativo e drenante, di avere un basso indice glicemico, di essere particolarmente ricco di acqua e fibre, di favorire il transito intestinale, è ricco di sali minerali ( potassio, calcio, fosforo, ferro e magnesio); contiene vitamina C e vitamina A. E’ un ottimo antiossidante. Attenzione ai semi di Finocchio da evitarne l’assunzione in donne in gravidanza e in bambini di età inferiore ai 4 anni in quanto potenzialmente pericolosi. Scegliere sempre i finocchi di un colore bianco brillante con foglie carnose e tenere; è un ortaggi da consumare preferibilmente  entro due giorni dall’acquisto.

Vai all'elenco della categoria alimentazione
Categorie news
Ultime news
Protocollo medico sportivo per l’obesità in età evolutiva
Leggi di più
Sette regole d’oro per l’attività sportiva dei bambini
Leggi di più
Movimenti creativi: una ginnastica dentro e fuori e di noi
Leggi di più
Contattaci per qualsiasi informazione
Giuliano Zauli 349 3955653
Per diete personalizzate
Gaia Nonni 320 5678266